Tecniche di titolazione per precipitazione | Hobby | it.aclevante.com

Tecniche di titolazione per precipitazione




Le titolazioni di precipitazione sono un modo utile per determinare alogenuri come cloruri, bromuri e ioduri. Questo tipo di titolazione comporta l'uso di un agente precipitante come il nitrato d'argento, e quindi sono noti come titolazioni argentinometriche. A seconda del metodo di rilevamento del punto finale della titolazione, esistono tre metodi di titolazione delle precipitazioni, il metodo di Mohr, Volhard e Fajan.

Metodo di Mohr

Il metodo Mohr prevede l'uso di una soluzione di nitrato d'argento come titolante per la determinazione di cloruri e bromuri in presenza di un indicatore di cromato di potassio. Quando una soluzione con cloruro reagisce con la soluzione standard di nitrato d'argento, il risultato è la formazione di cloruro d'argento. Quando tutto il cloruro nella soluzione precipita completamente in questo modo, la successiva goccia di titolante in eccesso porta alla reazione tra l'argento e gli ioni dell'indicatore. La formazione del cromato d'argento dà un punto finale visibile quando il colore della soluzione cambia da giallo a un precipitato rosso.

Metodo Volhard

Il metodo Volhard prevede la titolazione di cloruri, bromuri e ioduri in un mezzo acido. Qui, una nota quantità in eccesso di nitrato d'argento reagisce con la soluzione di cloruro. Quando tutto il cloruro viene convertito in cloruro d'argento, il restante nitrato d'argento viene stimato mediante titolazione inversa rispetto a una soluzione standard di tiocianato di potassio. Dopo che tutto l'argento è stato consumato nella reazione con tiocianato, l'eccesso successivo di tiocianato reagisce con l'indicatore di solfato di ammonio ferrico e risulta in un colore rosso causato dalla formazione del complesso ferrocianico di tiocianato.

Metodo Fajan

Il metodo Fajan sfrutta l'uso di una reazione tra l'indicatore e il precipitato formatosi durante la titolazione. Una colorante come diclorofluorecina è l'indicatore ed esiste come anione nella soluzione. In una soluzione di cloruro, poiché gli ioni cloruro sono in eccesso, formano lo strato primario del precipitato, con i cationi di sodio trattenuti come strato secondario. Al completamento della reazione, nel punto finale, gli ioni argento sono in eccesso. Come risultato, lo strato primario è ora quello dello ione argento che è caricato positivamente e attrae l'anione indicatore per formare lo strato secondario. Il colore dell'indicatore libero è diverso da quello dell'assorbimento. Ciò fornisce un punto finale visibile per segnalare che la reazione è completa.

Selezione del metodo

Il metodo Mohr viene utilizzato per determinare i cloruri in soluzioni neutre. In condizioni acide, lo ione cromato è protonato per formare acido cromico, che non produce un precipitato nel punto finale. In una soluzione alcalina il risultato è la formazione di idrossido di argento, che ha un colore marrone che interferisce con il rilevamento del punto finale. Il metodo Volhard dà risultati migliori in un ambiente acido. In soluzioni neutre, lo ione ferrico dell'indicatore di solfato di ammonio ferrico precipita come idrossido di ferro, che interferisce con la reazione.

Articolo Precedente

Come creare inviti pergamena pergamena

Come creare inviti pergamena pergamena

Gli inviti su pergamena sono un modo versatile per inviare informazioni sui party ai tuoi ospiti. Possono essere usati per una celebrazione a tema principe o principessa, una baby shower o anche un matrimonio....

Articolo Successivo

L'influenza del jazz sulla musica moderna

L'influenza del jazz sulla musica moderna

Il jazz è l'unico genere musicale veramente americano. Gli afroamericani che vivevano nel Midwest combinarono i vari ritmi dei loro antenati con gli strumenti musicali del patrimonio europeo dei bianchi americani....